Newsletter291019: Roma, rotta la pax sindacale, Raggi in difficoltà

POLITICA Le tante contraddizioni accumulatesi negli anni a Roma stanno spingendo la sindaca Raggi e il sindacato verso un conflitto che appare tutt’altro che desiderato e si intreccia con le tensioni latenti nella maggioranza di governo e dello stesso M5S. I sindacati infatti in sostanza chiedono al Governo di commissariare la Capitale. In questa situazione per i lavoratori delle partecipate si aprono delle opportunità, ma si pone allo steso tempo un problema di strategia. LOTTE Nel mondo si moltiplicano le mobilitazioni di massa che prendono spunto dal carovita ma sfociano in una critica frontale al sistema politico e sociale nel suo complesso. E’ accaduto in Cile con la rivolta contro l’aumento di 30 pesos delle tariffe dei trasporti, su cui torniamo in questo numero, e si sta ripetendo in Libano col movimento innescato dalla cosiddetta ‘tassa su WhatsApp’. Siamo in presenza di un trend generalizzabile a livello globale? Un tema su cui torneremo nelle prossime settimane.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter251019: ‘In Cile crisi irreversibile’

POLITICA La mobilitazione popolare si diffonde a macchia d’olio in America Latina e dopo l’Ecuador esplode in Cile e investe, in modo più contraddittorio, la Bolivia. A Gino Mirabelli, ex esule arrivato in Italia dopo il golpe di Pinochet e conoscitore della politica sudamericana, abbiamo chiesto di ricostruire i fatti e descriverci le tensioni profonde che attraversano la società cilena. SINDACATO Un botta e risposta tra Mattia Feltri e un redattore di PuntoCritico sullo sciopero delle partecipate romane porta alla luce i sogni inespressi di chi vorrebbe usare il fallimento della giunta Raggi come leva per aprire una stagione di privatizzazioni e ‘tolleranza zero’ contro i lavoratori. CINEMA Mercoledì alla Mostra del Cinema di Roma presentato in anteprima The Report, il film dedicato all’inchiesta decennale avviata dal Senato americano nel 2003 sull’utilizzo della tortura nelle prigioni segrete della CIA. Un’opera ben girata, realistica  e priva di ipocrisia, con spunti di riflessione interessanti sulla politica americana.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi