Newsletter210220: In Cile ENEL è meno green

AMBIENTE Non c’è spot pubblicitario in cui le aziende non facciano a gara nel mostrarsi più attente all’ambiente e sensibili al problema del clima. Fulminate da Greta Thunberg sulla via di Damasco o impegnate in una nuova strategia di marketing? ‘Solo energia da fonti rinnovabili’ recitano, ad esempio, gli spot di ENEL. La storia della centrale di Coronel in Cile mostra come la sensibilità della multinazionale italiana in realtà si fermi superati i confini europei. LOTTE La mobilitazione dei sindacati francesi contro la riforma delle pensioni di Macron va avanti, ma comincia a mostrare qualche segnale di stanchezza da parte dei sindacati. Riflessioni e cronache da una Francia in cui entrambe la parti si giocano il tutto per tutto, forse, paradossalmente, spinte alla prova di forza proprio da una debolezza di fondo.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter180220: Mercato e ‘rischio zero’

TRASPORTI L’incidente del Frecciarossa, un anno dopo quello di Pioltello, solleva alcuni interrogativi inquietanti sulla sicurezza di quello che dovrebbe essere uno dei fiori all’occhiello dei trasporti italiani. Uno riguarda i potenziali rischi della competizione di mercato in termini di qualità dei materiali e dei sistemi si segnalamento, l’altro gli effetti di una pressione crescente a effettuare manutenzioni e controlli in minor tempo su una rete sempre più satura. POLITICA Manca oltre un anno alle elezioni amministrative nella Capitale, ma le grandi manovre sembrano essere già iniziate. A Roma e provincia vive e lavora un 7%-8% dei lavoratori italiani, ma gli strateghi della sinistra romana non sembrano farci troppo caso. Invece c’è chi sogna una ‘Roma coraggiosa’ sul modello emiliano e chi invece evoca una ‘coalizione dei resistenti’ alternativa al PD. Roma però non è Bologna.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter140220: Cina, i lavoratori contro il virus

LAVORO Se informazione e politica stanno dando grande spazio alle conseguenze economiche della crisi sanitaria in Cina, nessuno accende i riflettori su chi ha a che fare direttamente col coronavirus. China Labour Bulletin ha pubblicato alcune interessanti corrispondenze che, al contrario, fanno luce sulla situazione dei lavoratori cinesi impegnati in prima fila, a rischio della vita, nella lotta per arginare l’epidemia e al contempo garantire il funzionamento dei servizi e dell’economia. Sfruttati cinicamente anche nell’emergenza e abbandonati dalle autorità. CINEMA&POLITICA Il trionfo di Parasites, il film del regista Bong Joon-ho sulle stridenti contraddizioni di classe nella Corea del sud, è l’occasione per riflettere sulla situazione politica americana in vista delle presidenziali di novembre. Hollywood è sempre stata una cartina di tornasole degli umori che si respirano nel paese e, in particolare, nell’entourage democratico. Siamo di fronte a una svolta ‘socialista’ dello star system o al preoccupato attendismo di un settore rilevante del capitalismo americano che comunque dovrà fare i conti col prossimo inquilino della Casa Bianca?

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter110220: Foibe, storiografia e propaganda

POLITICA&STORIA In occasione del Giorno del Ricordo proviamo a ricostruire una vicenda storica controversa, quella del ‘confine orientale’ e delle foibe, la cui ricostruzione rimane ancor oggi viziata da interessi politici che con la ‘scienza storica’ hanno poco a che fare. Una confusione che è servita, tra le altre cose, a rilanciare il luogo comune degli ‘Italiani brava gente’ più a loro agio nei panni delle vittime che in quelle degli aggressori. Ne parliamo con Jacopo Venier, triestino e conoscitore ‘dall’interno’ delle dinamiche interne al movimento comunista, protagonista di quella storia. ECONOMIA PIL questo sconosciuto. Un termine economico tra i più utilizzati e di cui si dà per scontato il significato, ma che, se analizzato, rivela più incognite e contraddizioni di quanto si immagini. Un articolo dell’economista marxista Michael Roberts ce ne svela alcune, prendendo spunto da una discussione in cui alcuni prestigiosi istituti di analisi economica americani si stanno interrogando circa la congruità di tale parametro.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter070220: USA, doppio smacco per i Dem

USA Col naufragio della procedura di impeachment e il caos nelle primarie dell’Iowa i Democratici subiscono un doppio schiaffo. Mentre Trump appare rafforzato dai 4 anni di presidenza il candidato dell’ala clintoniana/obamiana Joe Biden stavolta, oltre a Sanders, deve affrontare pure la concorrenza ‘interna’ dell’outsider Buttigieg, con due riserve già pronte a sostituirlo. PALESTINA A Ginevra una conferenza stampa dell’UNRWA suona l’allarme per le sempre più precarie condizioni della popolazione palestinese. Secondo i dati dell’ONU l’occupazione israeliana ha un effetto depressivo su un’economia che in realtà potrebbe trarre profitto dai giacimenti di gas e petrolio scoperti negli ultimi 20 anni. Un problema che la realizzazione del piano Trump aggraverebbe. TRASPORTI Aprire una discussione sulle concrete condizioni di lavoro nel trasporto pubblico locale e strappare un tavolo di trattativa con le aziende mobilitando la categoria, in un settore segnato dai tagli e dal moltiplicarsi di incidenti e aggressioni. Come ci spiega Michele Schifone è l’obiettivo della vertenza per il rinnovo contrattuale avviata nei mesi scorsi dall’Unione Sindacale di Base.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter040220: Emilia, voto di classe o voto interclassista?

POLITICA Le prime analisi del voto emiliano da parte dei principali istituti di ricerca propongono interpretazioni apparentemente contraddittorie: il CESI Luiss parla di un Bonaccini ‘forte tra gli operai’ e del ritorno a una ‘polarizzazione sociale del voto. I dati dell’Istituto Cattaneo invece confermano l’immagine di un PD radicato nell’élite dei grandi centri urbani. Forse sono solo le due facce di un voto interclassista. SOCIETA’ Quel che è certo è che un tessuto produttivo strutturalmente debole e più dipendente dalla politica locale si è trovato a scegliere tra l’usato sicuro di Bonaccini e il salto nel vuoto incarnato dalla Lega. Una valutazione che potrebbe aver pesato più dell’antisalvinisimo ideologico incarnato dalle Sardine, soprattutto nel mondo imprenditoriale e cooperativo. UNIVERSITA’ L’impresa delle ricercatrici dell’Istituto Spallanzani, che lunedì hanno isolato il coronavirus, è valsa loro un momento di notorietà e di gratitudine nazionale. Dietro rimane un sistema che penalizza le idee innovative e tende e trasformare i ricercatori in ‘soldatini’. Ci spiega come Francesco Sylos Labini, astrofisico e fondatore di Roars.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter310120: Pechino e Wall Street in ansia per il PIL

ECONOMIA La provincia di Wuhan da sola rappresenta il 4% del PIL cinese e questo preoccupa Xi Jinping quanto i mercati finanziari. Ma per il governo di Pechino, il cui potere poggia in larga misura sul mito dell’invincibilità della burocrazia comunista, tenere sotto controllo l’epidemia di coronavirus esplosa a dicembre assume anche un significato eminentemente politico. AMBIENTE Un ricercatore e attivista ecosocialista americano di recente ha pubblicato un articolo in cui sostiene, dati alla mano, che il nucleare sarebbe la fonte energetica più conveniente a cui affidarsi per risolvere la crisi climatica che affligge il pianeta. CINEMA Jojo Rabbit: raccontare il nazismo con ironia e usando lo sguardo ingenuo e sognante di un bambino può essere un’arma più graffiante di tanto antifascismo da parata. La nostra recensione.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter280120: Vince il NO a Salvini

POLITICA In attesa di dati più precisi il significato complessivo delle elezioni regionali è chiaro: il mito dell’invincibilità di Salvini, alla fine, viene messo in soffitta, aprendo la strada a contraccolpi interni alla Lega. Ma a vincere non sono stati né le liste civiche di Bonaccini né il PD di Zingaretti, bensì il partito del NO al leader leghista. Lo conferma il risultato calabrese. INTERNAZIONALE Un nostro reportage dal Cile documenta gli effetti di una repressione brutale, che prosegue nel silenzio delle istituzioni internazionali. Sono 1.500 gli oppositori finiti in carcere da ottobre in poi solo per aver partecipato alle manifestazioni. STORIA Le polemiche innescate dal film Hammamet di Gianni Amelio sulla figura di Craxi ripropongono una lettura idealistica, angusta e gravida di moralismo di Tangentopoli e della transizione tra Prima e Seconda Repubblica. PuntoCritico prova a ricostruirne il senso nel quadro della riorganizzazione delle democrazie europee dopo il 1989.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter240120: India, modernizzazione bloccata

ECONOMIA Dietro i grandi numeri fatti registrare negli anni passati l’India si sta dimostrando incapace di marciare speditamente verso una modernizzazione della propria economia e della propria struttura sociale eccezionalmente contraddittoria. Il ritmo crescita dell’occupazione, in particolare nel settore avanzato della produzione, mette in dubbio l’idea diffusa che nei prossimi anni il paese sia in grado di sfidare la Cina. La sua collocazione fa sì che questa fragilità rivesta un significato rilevante anche sul piano geopolitico. GEOPOLITICA L’accelerazione dello scontro Iran-USA tra dicembre e gennaio è stata interpretata da alcuni come la possibile scintilla di una guerra. In realtà si è trattato del picco temporaneo di una guerra in atto da tempo e tornata rapidamente al suo abituale standard di conflitto a bassa intensità e per procura. Un conflitto asimmetrico in cui Tehran potrebbe colpire gli interessi USA anche fuori dal Medio oriente e persino sul suolo americano grazie a una rete di contatti e a un’infrastruttura logistica costruita negli anni.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter210120: E’ classista la scuola o la società?

SOCIETA’ Il caso della scuola romana che ‘divide gli alunni per censo’ dimostra che oltre alle fake news ci sono anche le ‘non notizie’. In questo caso, come già a Genova nel 2018, si solleva un polverone moralistico per alcune frasi tratte da documenti compilati secondo le indicazioni del Ministero e risalenti ad anni prima di cui qualcuno si accorge a scoppio ritardato. A fare scandalo è la descrizione di una società divisa in classi, una società in cui alla scuola ieri si chiedeva di camuffare le disuguaglianze sotto i grembiulini, oggi sotto gli eufemismi. ECONOMIA L’industria italiana occupa una posizione di primo piano a livello mondiale non solo nel mercato delle armi, ma anche in quello, collegato, dei software per lo spionaggio digitale, dove si contende il primato con Israele. Un primato che preoccupa gli USA, ma soprattutto mette e repentaglio la privacy di milioni di italiani e degli stessi apparati di sicurezza dello Stato. Un recente reportage di Bloomberg rivela nuovi dettagli di una vicenda che risale al 2018. 

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi