Newsletter261021: Berlino, Tesla e i paradossi della transizione ecologica

AMBIENTE Le polemiche attorno alla gigafactory aperta da Tesla, l’azienda produttrice di auto elettriche di Elon Musk, alle porte di Berlino, evidenziano i tanti paradossi della transizione ecologica, tra aspirazioni a salvare il pianeta e interessi a gonfiare i dividendi. POLITICA Dopo l’assalto alla sede nazionale della CGIL da parte di militanti di Forza Nuova e novax torna il tema del “fascismo alle porte”. Ripubblichiamo un intervento di tre anni fa, agli esordi del governo giallo-verde, per spiegare che il fascismo di solito è la reazione a un’avanzata della sinistra e del sindacato. Quindi, almeno per un po’, possiamo stare tranquilli… CINEMA “Qui rido io”, lo strepitoso film di Martone su Eduardo Scarpetta, rievoca la figura di un geniale padre padrone di una famiglia-compagnia-impresa teatrale nell’Italia postrisorgimentale e lo scontro all’interno della borghesia in ascesa sul ruolo del teatro.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter221021: Logistica&energia, la crisi postcovid è servita

ECONOMIA&LAVORO Mentre il governo italiano parla di uscita dalla crisi e sbandiera i dati sulla crescita dell’economia italiana, superiori al previsto, all’orizzonte si annunciano i segnali premonitori di una crisi che secondo gli esperti è dovuta proprio all’eccessiva accelerazione della crescita postcovid e al suo impatto sui due snodi nevralgici del capitalismo 4.0: logistica ed energia. La conseguente spirale inflazionistica rischia di abbattersi in primo luogo sui salari, ma un articolo dell’Economist sullo “striketober” negli USA ci segnala che in un mercato del lavoro in cui la forbice tra domanda e offerta tende a restringersi per i lavoratori e per il sindacato si aprono anche delle opportunità. SANITÀ Un articolo di Altreconomia sui tagli alla sanità negli ultimi 10 anni fa luce sulle ragioni di fondo su cui oggi in Italia dovrebbe basarsi il dibattito sull’emergenza sanitaria.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter191021: L’eredità turca di Angela

POLITICA In Germania è arrivata una prima intesa tra SPD, verdi e liberali per la creazione di una coalizione di governo “semaforo” (rossa, verde e gialla) e cominciano a circolare le prime indiscrezioni su alcuni punti del programma economico. Ma quale sarà la politica estera del nuovo governo tedesco? L’ultima visita ufficiale di Angela Merkel e un articolo pubblicato il giorno delle elezioni ci forniscono alcune indicazioni in proposito. SINDACATO Il Coordinamento Lavoratori Portuali di Trieste nei giorni scorsi è stato protagonista dello scontro sul green pass. Uno scontro che ha assunto tratti specifici legati alla peculiarità di una città caratterizzata dalla presenza di una solida tradizione autonomista e, anche per effetto di quest’ultima, dal protagonismo di un organismo di rappresentanza dei lavoratori dalla natura più politica che sindacale.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

NL151021 Parisi: “Cos’ha da dirci Marx su scienza e capitalismo”

SCIENZA&SOCIETÀ In un suo scritto di una decina di anni fa Giorgio Parisi, oggi vincitore del premio Nobel per la fisica, analizzava il rapporto tra scienza e società e più precisamente tra scienza e capitalismo. Rievocando lo scontro all’interno della sinistra degli anni Settanta su questo tema Parisi rimanda alla concezione marxiana della scienza. Schierarsi contro l’ortodossia scientifica, contro lo scientismo e contro l’idea che la scienza fornisca verità assolute, al di sopra della storia e dei condizionamenti sociali, non significa approdare alla sua negazione. È piuttosto presentare la scienza per ciò che non è che rischia di suscitare aspettative irrealistiche e minarne la credibilità. Un argomento che proprio in questo periodo di conflitti tra scienziati da talk show e sciamani da social appare di grande attualità.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter121021: AUSTRALIA Arrivano i “sindacati novax”

SINDACATO Una ventina di giorni prima dell’assalto alla sede nazionale della CGIL un episodio per certi versi analogo era avvenuto a Melbourne. In Australia proliferano i “sindacati novax”. Al momento contano solo 10.000 iscritti, ma secondo gli organizzatori le adesioni crescono al ritmo di 200 al giorno. A tirare le fila di queste nuove organizzazioni sarebbe un gruppo di iscritti e dirigenti del Partito Liberale Nazionale, formazione di centrodestra. PANDEMIA Un articolo pubblicato dal Guardian rivela che 5 anni fa un’esercitazione organizzata dalle massime autorità sanitarie britanniche per simulare un’ondata di coronavirus aveva individuato alcune falle del sistema antipandemico nazionale e formulato alcune prescrizioni rimaste disattese. Il governo Johnson accusa il colpo e annuncia una commissione di inchiesta che però si riunirà soltanto in primavera.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter081021: I proletari disertano le urne

POLITICA Le grandi testate si affannano cercando di prevedere le ricadute del voto sul Governo e le potenziali manovre di diversi partiti, ma l’aspetto di fondo di queste elezioni è la conferma di un trend strutturale: i proletari votano sempre meno, mentre piccola e grande borghesia spingono al successo candidati moderati come Sala e Calenda , valutati in base alla loro affidabilità più che alla caratterizzazione ideologica. La sinistra fa peggio dei novax. FINANZA I Pandora Papers, una nuova inchiesta dell’International Consortium of Investigative Journalists rivela come ricchi imprenditori, politici e star dello spettacolo utilizzino paradisi fiscali, grandi studi legali, società di consulenza e la compiacenza degli stessi governi per schermare i propri affari. Mentre ai lavoratori dipendenti si chiedono sacrifici promettendo lotta all’evasione.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter051021: Da Berlino a Evergrande grandi manovre sulla casa

CASA&FINANZA Da Berlino a Shenzen la speculazione finanziaria sulla casa è protagonista. L’accordo tra due colossi immobiliari svedesi per la cessione di 28.000 appartamenti, 3.000 nella capitale tedesca, suggerisce che i grandi gruppi del settore non siano troppo preoccupati per l’esito del referendum berlinese del 26 settembre, che ha dato indicazione di espropriare chi possiede più di 3.000 appartamenti e tornare alla gestione pubblica. Intanto in Cina scoppia il caso Evergrande, il colosso immobiliare privato sovraindebitato, sintomo della bolla finanziaria e immobiliare che pesa sull’economia cinese e che Xi Jinping potrebbe sfruttare per imprimerle un parziale cambio di rotta e al contempo rafforzarsi politicamente. SALARIO MINIMO Bruno Manganaro, dirigente della CGIL genovese polemizza col governatore Toti, ma manda anche un segnale al sindacato: “Il salario minimo – è la sua tesi – non indebolisce ma rafforza la contrattazione collettiva”.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter011021: POLONIA Lavoratori Amazon si organizzano

LAVORO&SINDACATO Continuiamo il nostro approfondimento su Amazon e i tentativi dei lavoratori del colosso americano di organizzarsi sindacalmente in Italia e nel mondo. In questa newsletter la trascrizione di un’intervista realizzata in un podcast del sito americano Jacobin a due dipendenti e attiviste polacche che raccontano la propria attività sindacale e i tentativi di coordinarsi coi vicini colleghi tedeschi e i dipendenti Amazon di tutto il mondo. E poi una nostra analisi del Protocollo siglato il 15 settembre da Amazon Italia e CGIL CISL UIL, alla presenza del ministro del lavoro Orlando, definito addirittura da alcuni commentatori “storico”.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter280921: Salario minimo, Landini non perda l’ultimo treno

LAVORO&SINDACATO Dopo che la nuova Alitalia ha annunciato la disdetta del contratto nazionale e la sua sostituzione con un regolamento aziendale per il sindacato in generale e per la CGIL in particolare non cogliere la dinamica apertasi nel governo sul tema del salario minimo come un’occasione per difendere il potere contrattuale dei lavoratori sarebbe una scelta di cui pagherebbero le conseguenze i lavoratori e la stessa idea di sindacato. GEOPOLITICA Lo scontro Francia-USA nella cosiddetta crisi dei sottomarini riflette il nuovo baricentro della competizione globale tra Occidente e Cina e coinvolge anche l’Italia. Cerchiamo di capire perché.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter240921: Alitalia agita i partiti e compatta i sindacati

LAVORO&ECONOMIA Nei giorni scorsi abbiamo seguito da vicino la lotta dei lavoratori Alitalia. La rabbia e la partecipazione crescono, l’arroganza di Ita compatta i sindacati confederali e di base e l’agitazione penetra anche in parlamento. Il piano industriale Ita non è solo macelleria sociale, ma è anche votato al fallimento. Il governo rischia una battuta d’arresto e sarebbe la prima sconfitta per Draghi che infatti si sta esponendo il meno possibile sulla vicenda. LETTURE Un saggio di Johan Chaputot ripercorre la vita di Reinhard Höhn e analizza il suo contributo allo sviluppo di una teoria manageriale prima al servizio del nazismo, poi del capitalismo tedesco del dopoguerra.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi