Newsletter190722: Amazon Warriors, la dura vita degli ex militari in Amazon

LAVORO Da tempo Amazon ha adottato un programma speciale di reclutamento dei propri dipendenti tra i gli ex militari, un modo per agevolare l’imposizione della disciplina da caserma che vige nei suoi magazzini, ma anche per disporre di personale preparato a svolgere compiti riservati, come raccogliere notizie sull’attività sindacale in azienda. Anche loro sono soggetti a uno sfruttamento scientifico e cinico. Lo denuncia un libro in uscita ad agosto negli USA dedicato al difficile reinserimento dei veterani americani. ECONOMIA&POLITICA Dopo l’Economist anche il colosso assicurativo Allianz lancia l’allarme sugli effetti sociali della pandemia e dell’inflazione nel mondo e analizza il ruolo dei social come possibile volano delle proteste.

Per leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter010722: Disoccupazione tecnologica, mito o realtà?

LAVORO&TECNOLOGIA L’arrivo di nuove tecnologie all’avanguardia nelle aziende influirà più sul numero o sulla qualità dei posti di lavoro? In altre parole la “disoccupazione tecnologica” è un mito o un pericolo reale? A nostro avviso è soprattutto una semplificazione, funzionale e distogliere l’attenzione dai mutamenti ben più rilevanti in atto nel mercato del lavoro. La sostituzione del lavoro umano col lavoro delle macchine è un tema con cui il movimento operaio si confronta dagli albori della Rivoluzione industriale e che in alcuni momenti si è trasformata in un incubo. Il recente annuncio dell’arrivo di robot e scanner ultramoderni nei magazzini americani di Amazon è l’occasione per riflettere su un tema più generale che già oggi investe anche milioni di lavoratori italiani, modificandone condizioni di lavoro e ritmi di vita.

Per leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter140622: USA E ora Amazon licenzia i sindacalisti

LAVORO&SINDACATO Negli USA dopo la vittoria del sindacato nel magazzino di New York Amazon è passata all’offensiva licenziando gli esponenti chiave di Amazon Labor Union. La vittoria nelle urne, insomma, è tutta da consolidare. CAPITALISMO Agenzie internazionali, governi e aziende private analizzano l’impatto della pandemia e della guerra sulla logistica, sull’economia e sul clima e le previsioni non sono buone: inflazione, carestie, ondate migratorie, shock climatici, maggiore protagonismo delle imprese private rispetto al pubblico. E il segretario generale della NATO avvisa: “La libertà viene prima del commercio”, cioè gli interessi geopolitici degli USA contano più degli interessi economici del resto del mondo. ANALISI Alla base di tanti luoghi comuni del dibattito sulla guerra c’è anche il fatto che pochi, a parte gli addetti ai lavori, sanno come si combatte concretamente nell’era dei Big Data. Insomma si parla dell’Ucraina pensando alla Seconda guerra mondiale.

Per leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter050422: USA, il sindacato entra in Amazon

LAVORO&SINDACATO  A meno di due anni dall’intervista che ci rilasciò, poco dopo il suo licenziamento, annunciando che si sarebbe dedicato alla sindacalizzazione dei lavoratori del centro di distribuzione di Staten Island, New York, Chris Smalls ha realizzato il suo obiettivo: il 55% dei suoi ex colleghi ha votato per l’ingresso del suo sindacato, ALU – Amazon Labor Union, nel magazzino. Oltre a ripubblicare l’intervista di allora in questa newsletter trovate altro materiale utile a comprendere come sia stato ottenere un risultato storico: è la prima volta che il sindacato riesce a entrare in un magazzino americano di Amazon. Intanto si avvicina il secondo referendum nel magazzino di Bessemer, Alabama, dove le autorità hanno accertato che la prima volta l’esito del voto è stato viziato dal comportamento antisindacale dell’azienda.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter010422: PuntoCritico pubblica MappiAmazon

LOGISTICA “MappiAmazon. Logistica e strategia, la ‘campagna d’Italia’ di Amazon in una mappa” esce volutamente un anno dopo il primo sciopero della filiera Amazon e vuol essere uno strumento per comprendere la strategia e la natura del gruppo di Jeff Bezos, ma anche per rafforzare l’azione dei lavoratori e del sindacato nei magazzini. L’utilizzo della mappa ci permette di avere una rappresentazione esauriente e in costante aggiornamento della presenza di Amazon in Italia e allo stesso tempo di coglierne la logica di sviluppo strategica, i punti deboli e la capacità di reagire alle iniziative sindacali. ENERGIA La corsa psicotica alla ricerca di nuove fonti di combustibili fossili scatenata dal conflitto in Ucraina investe anche paesi come l’Uganda, da tempo oggetto di sfruttamento da parte di compagnia petrolifere come Total, ormai sempre più spesso insieme ad aziende cinesi. Elena Rusca ha raccolto la denuncia di Nabiruma Dian del Friends of the Earth International e Atuhura Maxwell del CETIM alla 49esima sessione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter141221: Italia prima in Europa per i tagli al costo del lavoro

ECONOMIA&LAVORO I dati sul costo del lavoro pubblicati il 9 dicembre dall’ISTAT tedesca mostrano che l’Italia è il paese europeo che durante la pandemia ha ridotto di più il costo del lavoro (-8,2%), nonostante il dato fosse già largamente inferiore rispetto alle altre grandi economie europee. Una nota della campagna “Salario Minimo anche in Italia” commenta questi dati osservando che lo schiaffo inflitto dal governo Draghi al sindacato per quest’ultimo potrebbe essere l’occasione di cominciare a guardare al salario minimo come un’opportunità invece che come una minaccia. CAPITALISMO La multa da oltre un miliardo inflitta dall’Agcom italiana ad Amazon non riflette un sussulto di coscienza sociale, ma rientra nella ormai trentennale guerra della piccola media impresa italiana contro la “invasione delle multinazionali”. Il campo di battaglia italiano – scrive il direttore del Domani Stefano Feltri – sarà cruciale nella guerra per il futuro del capitalismo occidentale”.

 

Newsletter301121: Licenziata da Amazon, intervista a Magda Malinowska

LAVORO Magda Malinowska, delegata sindacale di Inicjatywa Pracownicza, primo sindacato nei magazzini polacchi di Amazon, licenziata il 9 novembre per il ruolo svolto in occasione di un incidente mortale avvenuto due mesi prima nell’hub di Poznań, ci parla dell’episodio, delle condizioni in cui operano i lavoratori Amazon nel suo paese, della campagna internazionale Make Amazon Pay e della necessità di unire i lavoratori del colosso americano in tutto il mondo per far pesare la loro forza. LIBRI Sta per uscire il primo libro edito da PuntoCritico, “Il significato della Seconda guerra mondiale” di Ernest Mandel. Nella newsletter la prima parte dell’Introduzione al volume, scritta da P. Acquilino.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter011021: POLONIA Lavoratori Amazon si organizzano

LAVORO&SINDACATO Continuiamo il nostro approfondimento su Amazon e i tentativi dei lavoratori del colosso americano di organizzarsi sindacalmente in Italia e nel mondo. In questa newsletter la trascrizione di un’intervista realizzata in un podcast del sito americano Jacobin a due dipendenti e attiviste polacche che raccontano la propria attività sindacale e i tentativi di coordinarsi coi vicini colleghi tedeschi e i dipendenti Amazon di tutto il mondo. E poi una nostra analisi del Protocollo siglato il 15 settembre da Amazon Italia e CGIL CISL UIL, alla presenza del ministro del lavoro Orlando, definito addirittura da alcuni commentatori “storico”.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter170921: La pandemia il lavoro stabile si porta via…

LAVORO L’ultima nota trimestrale ISTAT sul mercato del lavoro dipinge un’ulteriore ondata di precarizzazione dell’occupazione, nell’ultimo anno accentuata dalla pandemia. Di riflesso, nonostante la crescita del PIL del 17%, diminuiscono i salari. PUNTOCRITICO A proposito di precarietà: da ieri è online la prima puntata di “Amazoniani!” il podcast prodotto da PuntoCritico che racconta la vita quotidiana dei lavoratori di Amazon attraverso le loro voci. LOTTE L’offensiva contro il lavoro è internazionale. In Colombia, da tempo al centro di proteste popolari represse brutalmente dal governo di Ivàn Duque, erede e protetto dell’ex premier Uribe, i lavoratori di Nutresa, holding del settore alimentare, hanno da poco terminato uno sciopero della fame di un mese contro licenziamenti, minacce e aggressione ai danni di lavoratori e sindacalisti. Elena Rusca ne parla con Javier Correa, segretario generale del Sinailtrainal, sindacato degli alimentaristi nel mirino delle violenze.

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Newsletter140921: Amazon, la società del futuro?

TECNOCAPITALISMO Amazon non è soltanto un gruppo economico di successo, che ha saputo sfruttare le applicazioni delle nuove tecnologie in ambito commerciale: è la potenziale prefigurazione di una società del futuro dove la catena di montaggio digitale e lo spezzettamento della prestazione lavorativa in micromansioni che ciascuno di noi può svolgere a casa davanti a un monitor consentono nuove modalità di sfruttamento del lavoro, dove corporation con una “potenza di fuoco” analoga a quella degli Stati dominano le reti logistiche globali e, infine, dove il mercato, grazie a internet, penetra sempre più in profondità nella sfera privata trasformandola in occasione di profitto. È questa la tesi del progetto di inchiesta, analisi e documentazione che PuntoCritico dedica al colosso dell’e-commerce. In questa newsletter il “manifesto” del progetto e un articolo di Paris Marx che ripercorre la storia del successo di Jeff Bezos e ne ricapitola i caratteri di fondo (immagine di Scott Lewis, 2015, CC_BY_2.0)

Se vuoi leggere la newsletter integrale clicca QUI.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi