Newsletter230221: la strategia orientale batte il covid?

PANDEMIA Mentre i ritardi nella consegna dei vaccini e l’irrompere delle “varianti” cominciano a incrinare l’ipotesi evocata nei mesi scorsi di una lineare uscita dalla pandemia i dati sul contagio a livello mondiale ci forniscono materiale per una riflessione sulle diverse strategie antipandemiche adottate in diverse aree del mondo, ma forse anche qualcosa di più. Un lungo reportage pubblicato da Bloomberg Businessweek a dicembre a proposito della Corea del sud sembra suggerire un parallelismo tra la risposta sanitaria di alcuni paesi e le più generali tendenze del capitalismo globale. La parola chiave che ci suggerisce questo parallelo è: investimenti. Chi li ha fatti a suo tempo appare nettamente più efficace nella lotta contro il covid-19.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter210519: scuola in piazza contro Bolsonaro

POLITICA In Brasile una grande mobilitazione degli insegnanti e degli studenti risponde al taglio del 30% dei fondi alle tre maggiori università del paese, accusate di indottrinare gli allievi con idee marxiste. Già prima dei tagli era arrivato l’invito rivolto da Bolsonaro agli studenti a filmare i professori che esprimono idee di sinistra in classe, un episodio che ricorda le polemiche di questi giorni in Italia a proposito della docente sospesa a Palermo. TRASPORTI Come la scuola anche i servizi pubblici sono interessati a una drastica riduzione dei fondi pubblici in tutto il mondo e questo sta provocando la reazione dei lavoratori del settore. Dopo lo sciopero del primo aprile a Berlino nelle scorse settimane il trasporto pubblico locale si è fermato in Corea del sud, in Olanda e in Sud Africa. Nella newsletter di oggi una breve panoramica sulle ragioni di queste tre mobilitazioni e sul loro esito e una riflessione sul loro significato strategico. CINEMA Nel week end è uscito nelle sale italiane Bangla, opera prima di un giovanissimo regista di origine bengalese, che utilizzando la forma della commedia romantica confeziona un film ironico, fresco e intelligente (soprattutto mai incline alla retorica) sui paradossi dell’integrazione in un quartiere della periferia romana.

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi