Newsletter150920: PostCovid, i ‘consigli’ di Generali alla politica

POLITICA&AFFARI ‘Non ci sono i soldi!’ è la risposta rituale dei governi di ogni colore quando si chiedono investimenti sui servizi pubblici, pensioni e salari più alti, talvolta anche più diritti (perché anche i diritti costano). Ora che un’ondata di aiuti sta per inondare l’Europa (e l’Italia) e che persino il famigerato il Patto di Stabilità è stato sospeso non dovrebbe essere la grande occasione della sinistra e del sindacato per far sentire la loro voce? Intanto che ci pensano l’ad del Gruppo Generali, Philippe Donnet, si fa avanti chiedendo un livellamento (verso il basso) delle tasse in Europa e offrendo il suo ‘aiuto disinteressato’ ai governi per reinventare interi settori economici come trasporti e turismo. E poi una storia interessante dalla Liguria, alla vigilia delle regionali: non solo il covid-19, ma anche la tragedia di Ponte Morandi per qualcuno può diventare un affare. Qui i protagonisti sono il governatore Giovanni Toti e le imprese di autotrasporto. 

Se vuoi accedere alla newsletter integrale e all’archivio completo clicca qui.

Newsletter210818: Genova, di ‘libero mercato’ si muore

La newsletter con cui riprendiamo le pubblicazioni dopo la pausa estiva non poteva che essere dedicata a Genova. Non ci saremmo immaginati di iniziare la stagione 2018-2019 in questo modo. Avremmo preferito farne a meno. Ma anche nella peggiore tragedia si nasconde un’opportunità. In questo caso ci auguriamo che il disastro di ferragosto sia la goccia capace di far traboccare il vaso di una reazione sociale all’idea che la vita delle persone, in particolare dei lavoratori e dei comuni cittadini, sia una variabile dipendente dei profitti aziendali. Come sempre esprimiamo dei giudizi, ma cerchiamo soprattutto di far parlare i fatti, i dati statistici, le argomentazioni scientifiche di contro alle tante parole a vanvera che abbiamo sentito in questi giorni. Negli articoli che seguono troverete la conferma che ciò che è accaduto il 14 agosto è la prevedibile conseguenza di scelte politiche senza scrupoli fatte e confermate negli anni, con impressionante cinismo, da un’intera classe dirigente, a prescindere dal colore politico. Eccezionalmente questo materiale viene pubblicato ‘in chiaro’ e può dunque essere letto da chiunque e diffuso. E’ il nostro piccolo contributo.

Leggi tuttoNewsletter210818: Genova, di ‘libero mercato’ si muore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi